FMO (FUNCTIONAL MOVEMENT OPTIMIZATION) è il nuovo modo di vedere il movimento cioè per come il sistema nervoso vorrebbe che fosse eseguito. La chiave per ottenere un esecuzione funzionale e performante di ogni esercizio o gesto atletico è seguire il percorso motorio che il sistema nervoso del soggetto suggerisce e quelle modalità che, in generale, sono particolarmente gradite dal nostro “generale in comando”: il cervello. In questo corso vedremo come mettere in discussione molti schemi di esecuzione dei principali esercizi eseguiti in palestra o nella preparazione atletica. Vedremo come elementi del nostro SN, il cervelletto ad esempio, sono cardinali nella performance del movimento e come questi adorano schemi motori complessi e multiplanari rimettendo in gioco l’estrema rigidità con cui molta propedeutica viene spiegata ed insegnata. Alla fine del seminario vi avremo aperto un modo completamente nuovo di ragionare e possibilità per massimizzare il risultato dei vostri atleti e clienti oltre che una diminuzione di quei dolori che spesso caratterizzano la vita di uno sportivo e che sono legati ESCLUSIVAMENTE alla poca disponibilità del sistema nervoso nell’interpretare un movimento poco affine a come esso lo pianifica e progetta

All’interno del percorso analizzeremo ogni esercizio caratteristico dell’allenamento funzionale, della ginnastica a corpo libero o con bilancieri. Per ciascuno di questi vedremo come inserire elementi in grado di massimizzare l’apprendimento, l’insegnamento e la massimizzazione dello stesso. Utilizzeremo strategie che coinvolgeranno in maniera diretta o indiretta il sistema nervoso creando stimoli e potenziamento delle vie afferenti, ma anche inserendo logiche di coordinazione neuromotoria (ritmo articolare, neurotiming…) e costruendo stimoli in staking e chunking che permetteranno al SNC di guadagnare “sicurezza” nel compimento delle varie prove motorie diminuendo quindi il rischio di percepire dolore o segnali di allerta e aumentando il “gas” a disposizione nel fare l’esercizio.

La nostra formazione è suddivisa in una fase iniziale (seminario introduttivo e seminario di appofondimento) in cui impareremo prima le basi del movimento a corpo libero applicate a squat, push e press ed i primi “trucchi” per agevolare il SNC in queste esecuzioni, successivamente approfondiremo i concetti affrontati nel seminario introduttivo e prepareremo il terreno ai percorsi di specializzazione che lo studente potrà scegliere dopo queste giornate di lezione. All’interno del seminario di approfondimento inizieremo a creare transfer delle nozioni acquisite con i primi attrezzi (clubbells, kettlebells, bilanceri e sbarre) e dimostreremo come il nostro cervello, per produrre movimenti efficaci e funzionali, necessita di schemi molto meno rigidi rispetto a quello che fin’ora è stato suggerito nel fitness e nello sport moderno. Nelle specializzazioni, invece, creeremo una proiezione delle strategie introdotte nei primi due seminari agli strumenti maggiormente utilizzati nell’allenamento funzionale, quindi sbarre, anelli, corde, elastici, bilancieri, kettlebells, clubbells e anche il pavimento. L’allenamento con questi strumenti acquisirà nuove dimensioni massimizzando la multiplanarità e sfruttando l’attivazione o l’inibizione dei riflessi (startle reflex, riflesso artrocinetico, ritmo articolare, PREP,…..) per un confort motorio unico.

SCOPRI IL PERCORSO FORMATIVO DI FMO: 

CLICCA SULLE IMMAGINI PER VEDERE I CONTENUTI E DATE DELLE NOSTRE CERTIFICAZIONI

SEMINARI DI INTRODUZIONE AL MODELLO

OBBLIGATORI PER ACCEDERE ALLE CERTIFICAZIONI

Seminario introduttivo

Seminario di approfondimento

SPECIALIZZAZIONI DI PRIMO LIVELLO

Specializzazione kettlebells training - 1° livello

Specializzazione clubbells training - 1° livello

Specializzazione body weigth training - 1° livello

Start typing and press Enter to search