TI STAI CHIEDENDO CHE COS'E' HMO??!!

HMO è l’acronimo di Human Movement Optimization o più semplicemente, in italiano, ottimizzazione del movimento umano. Il nome del corso racchiude in se, in solo 3 parole, quella che è l’anima più intima di questo modello di approccio all’attività motoria. Lo scopo finale, infatti, è proprio quello di rendere il movimento umano meno “imperfetto”, quindi ottimizzato, indipendentemente dal tipo di movimento di cui stiamo parlando. Una definizione che amiamo dare di HMO è “un linguaggio fatto di movimenti atti a parlare DIRETTAMENTE col nostro sistema nervoso per far sì che questo ci permetta una MIGLIOR ESPERIENZA DI VITA” perchè l’azione di OTTIMIZZAZIONE avviene proprio attivando risposte del nostro cervello a stimoli esterni che produciamo muovendo parti del corpo particolarmente gradite al cervello stesso, perchè fortemente innervate e presenti in maniera rilevante in quelle che vengono definite mappe virtuali o homuncoli, cioè la rappresentazione del nostro corpo vista con gli occhi del nostro SNC.

Le vie di accesso, i canali di comunicazione, che vengono utilizzati per dialogare con il sistema nervoso sono il sistema propriocettivo, il visivo, il vestibolare ed il respiratorio. Vengono sviluppati esercizi specifici per ognuno di questi insegnando come valutare se un cliente necessita maggiormente dell’utilizzo di uno o dell’altro e come dosare e somministrare il carico motorio tramite quello specifico canale. Il risultato è strabiliante, permettendo un salto avanti immediato nell’obiettivo ricercato, dalla gestione del dolore cronico all’aumento di forza, dal miglioramento in termini di esplosività alla flessibilità, dalla resistenza alla postura. L’immediatezza della risposta è subordinata al fatto che il SNC è il sistema più plastico, funzionalmente parlando, ed è in grado di attuare con velocità estrema modificazioni a livello globale per creare il cambiamento.

La versatilità di HMO lo rende adatto a tutti, apportando miglioramenti significativi sia all’atleta che all’individuo totalmente sedentario. Inoltre, HMO, non è un modello che ha la pretesa di sostituirsi ad altre logiche di allenamento che già conoscete e mettete in pratica, ma è un supporto con si combina bene con tutti gli sport e discipline perchè agisce in maniera complementare. La nostra visione non è quella di sostituire le attuali discipline più meccanocentriche, ma rafforzarle con la somministrazione adeguata di un supporto che proviene da una branca della scienza sempre più emergente : la neurologia funzionale.

La nostra formazione è suddivisa in master di 3 livelli che possono ulteriormente svilupparsi con specifici week end di specializzazione. Questa struttura a cui diamo il nome di formazione professionale è integrata con workshop che permettono di “assaggiare” la qualità della nostra didattica e dei contenuti in sessioni formative brevi e molto distribuite sul territorio italiano. Questa rete di workshop prende il nome di formazione breve. Nei 3 master abbiamo suddiviso la trattazione dei maggiori sistemi in analisi (visivo, vestibolare, propriocettivo e respiratorio) questo fa si che già il primo livello possa essere perfettamente sufficiente a rendervi operativi, utilizzando però il solo sistema propriocettivo che verrà discusso in tale sede. Al secondo livello competerà il visivo ed il vestibolare lasciando il respiratorio per l’ultimo.

IL PERCORSO FORMATIVO DI HMO: SCOPRI I CONTENUTI TRATTATI NELLE NOSTRE CERTIFICAZIONI

VUOI CONOSCERE LE DATE DELLE NOSTRE FORMAZIONI?

CLICCA SU UNA DELLE DUE IMMAGINI QUI SOTTO PER VISUALIZZARE IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE BREVE O DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Start typing and press Enter to search